Nel corso della campagna elettorale abbiamo analizzato, cercando di rilevarne con molta obiettività le condizioni e le finalità, dei vari movimenti politici. Oggi, senza riesaminare i risultati, perché sono certamente noti al lettore, riteniamo  di essere  nella doverosità esporre il nostro pensiero come interpretazione e come speranza di soluzione  per la formazione del governo. Sostanzialmente il movimento politico definito, impropriamente di destra, è quello che avrebbe il diritto ad essere invitato dal Presidente della Repubblica a fare il governo. Per altro verso cinque stelle sostiene,, con atteggiamento del tutto populista( nel caso il termine lo riteniamo appropriato) e arrogante, di averne il diritto come primo partito designato dall’elettorato. A noi pare che la coalizione Salvini Meloni e Berlusconi, che si è presentata sin dall’inizio unita, come forza unica abbia il diritto di formare il governo e di ricevere l’incarico dal presidente della Repubblica. Che poi ci riesca o meno è un aspetto che dovrà essere valutato sul campo, senza creare inciuci né con il PD o con cinque stelle. Ci si domanderà necessariamente a questo punto quali sono  gli elementi comuni che possono unire due movimenti politici che in campagna elettorale hanno presentato programmi separati. Per quanto riguarda cinque stelle non può esserci un parere positivo sul programma indicato, perché il reddito di cittadinanza unitamente alla legge Fornero è solo un’iperbole contabile irrealizzabile, perché, per rendere vero questo sogno, fatto intravedere agli elettori come realtà vera, bisognerebbe disporre di centinaia di miliardi. E ciò mi pare non sia possibile almeno per ora. Inoltre va chiarito un aspetto fondamentale che divide nella sostanza Forza Italia e cinque stelle, rappresentato dal comportamento incerto, inaffidabile, indeciso sia per quanto riguarda l’Unione Europea e sia per quanto riguarda la moneta unica. Inoltre non può essere assolutamente ignorato, anche perché c’è stato un comportamento sfuggente durante la campagna elettorale, il problema relativo alla regolamentazione degli immigrati e dell’immigrazione. Elemento essenziale che comprende anche il ripristino di quella giustizia e di quella legalità che l’invasione barbarica e il buonismo assurdo hanno consentito il propagarsi del disastroso degrado per il popolo italiano, senza considerare ovviamente la necessità del ripristino di quella giustizia vera, che è la sintesi anche del ripristino della legalità. Non si può necessariamente ignorare che noi siamo destinatari di una immigrazione studiata a tavolino come invasione vera, distruttiva sia della nostra etnia e della nostra civiltà: per secoli  orgoglio e vanto del popolo  europeo ed in particolare dell’Italia. Oggi, con diabolica arroganza, presumibilmente supportata dal Rotschild , dal Soros e cmpany, nella realizzazione di crimine sociale voluto indicativamente da Obama, noi siamo costretti a dovere accettare immigrati primitivi che non hanno assolutamente la necessità di essere ospitati, assistiti e foraggiati. Infatti, molto ingenuamente alcuni ritengono che sia una necessità sociale quella di ospitare immigrati in difficoltà economica: nulla di più falso può essere concepito al fine distruttivo della civiltà europea. È da presumere, perché diversamente non avrebbe alcuna logica nei fatti e nelle dinamiche degli eventi, che il Soros o chi per lui, si preoccupa di raccattare immigrati nell’entroterra africano e costringerli   ad espatriare, rappresentando loro, dopo essere stati finanziati per le spese necessarie di trasferimento, che abbandonano una condizione di declino per andare nel paese della cuccagna, ove lo stupro è facile, l’omicidio relativamente punito, le lesioni , il furto e lo spaccio, sono quasi tollerati come comportamenti di integrazione;  ed se anche si dovesse andare in galera per breve periodo, nelle carceri italiane c’è buon vitto e ovviamente alloggio.  Questi non sono dei ragionamenti  parto di fantasia infelice, ma sono  logiche deduzioni alla cui realizzazione partecipa anche il Bergoglio Papa, il quale si adopera in tutti i modi per raccattare islamici pur sapendo di essere portatori di disastri dal punto di vista sociale e religioso, in quanto il loro sistema di vita è espressione di una religione teocratica,  che si identifica in  un modo di vivere imposto dal Corano, che contempla modus vivendi ante medioevo, in assoluto contrasto con la cultura occidentale, a prescindere dal contrasto prioritario con la cultura religiosa cristiana. Ma il Bergoglio è convinto di essere interprete di una volontà che può accomunare le due religioni fondate sul monoteismo;  ritiene di poter fare dei distinguo in seno alla  religione islamica: fra buona, cattiva, osservante, non osservante. Tent’è che oggi addirittura il Bergoglio si proietta in un imperativo a mò di consiglio  per l’ accoglienza obbligatoria da parte dell’Italia con  istruzioni adeguate in contrapposizione al temuto criterio voluto da Salvini di espulsione di clandestini e delinquenti immigrati. A nostro modesto avviso, anche in virtù di logico parere espresso da molti, e a prescindere dall’esclusione del merito, il Papa ai sensi e per gli effetti dei Patti Lateranensi, si deve occupare delle faccende del Vaticano, restando lontano dalle faccende dell’Italia. Deve badare ai pedofili e a tutte le altre negatività che minano nell’essenza i rapporti all’interno della Chiesa. E, comunque, non è certo legittimato  ad indicare comportamenti del governo italiano. Ma forse abbiamo divagato un po’ troppo sul tema essenziale, e perciò torniamo sull’argomento principe chiedendo scusa al lettore. Ritenuta, per la composizione del governo, la proponibilità necessaria al movimento politico Forza Italia fratelli d’Italia Lega, quale delle due forze politiche restanti può aderire per la costituzione del nuovo governo?.  Cinque stelle ha la pretesa di fare approvare il reddito di cittadinanza, ( malgrado le difficoltà tecniche ed economiche; e poi invoglierebbe molti cittadini ad essere destinatari di mera assistenza anziché di possibilità di lavoro), difficilmente si renderanno conto della irrealizzabilità del sogno, avendone fatto un punto di forza e di grosso convincimento sull’elettorato. E fosse questo il solo motivo!!! E’ difficile che i penta stellati siano dell’avviso di sostenere un governo con finalità diversa, anche se l’abolizione della legge Fornero potrebbe accomunarli a Salvini Berlusconi Meloni. Ovviamente, a prescindere da tutti gli altri aspetti che non sono coincidenti, ma per certi profili potrebbero anche essere discutibili in sede di patteggiamento. Ma adesso andiamo ad esaminare più da vicino la posizione del PD, che a nostro avviso appare con delle sfaccettature strane e per certi aspetti impalpabili, perché allo stato attuale  il Renzi pare si sia dimesso. E non si riesce quindi a capire se la forza preponderante renziana,  nell’attuale partito, sia dell’avviso di sostenere un governo che abbia programmi “distaccati” da quella imperatività massonica che sino ad oggi è stato il criterio guida e distruttivo di questo movimento politico (perché partito non si può chiamare nessuno). Tenuto anche presente, ovviamente, che il PD è stato  interprete della  globalizzazione (ergo immigrazione e protezione banche) voluta dal Rotschild, e alla quale, come abbiamo detto, presumibilmente collaborano  Obama, Clinton, Soros, Bergoglio e company, resta vincolato ad una politica di gestione apicale con egemonia oligarchica. Capro espiatorio il Renzi duttile per la sua mania di protagonismo, ignorante nel modo e nei termini del fare politica, ha offerto il fianco ad essere il burattino responsabile di tutto. Sicché, se dobbiamo essere obiettivi interpreti delle espressioni di Mattarella, allora dobbiamo arrivare alla conclusione che il governo deve rispecchiare le due tendenze popolari che si sono delineate dalla risultanze elettorali, con esclusione del PD. Ma Nord e Sud hanno dei denominatori comuni ? Nei rispettivi programmi? Forse a separare  le due espressioni politiche sono proprio i criteri sull’immigrazione e sul fatto che, fra magistratura democratica e grillineria filo massonica, esiste un cordone ombelicale di sostegno e protezione reciproca che certamente non coincide con le valutazione del movimento del Nord. Infatti, il nodo fra i due resta proprio l’immigrazione e gli stipendi ai magistrati (i cui stipendi seguono le variazioni dei parlamentari) che devono essere trattati allo stesso livello degli stipendi dei parlamentari, con la necessità di rendere, a seguito della sperata riforma, l’ordinamento giudiziario meno libero e relegato alla gestione di una giustizia giusta, non estemporanea, rimessa all’estro sinistrorso del giudicante, e soprattutto staccata dal cordone filo massonico: a questo punto giustamente Lega e company, come equilibrato intendimento della giustizia vuole, se si deve servire la giustizia, non la si può servire con il “correttore all’occorrenza”. E certamente sarà necessario, sempre a proposito di giustizia, ridurre e ridimensionare le grosse liquidazioni assieme agli stipendi dei grandi gestori statali.Ed sempre a proposito di Giustizia , il vero deus ex machina del rimescolamento, rilancio e ripristino del pianeta giustizia, se, da persona restia a rinunciare alle sue funzioni vorrà accettare, noi riteniamo che possa essere ministro plenipotenziario, il dott. Nicola Gratteri, attuale Procuratore della DDA di Catanzaro.

 Procediamo allora alla résumé !!, Di concerto destra e cinque stelle Se riusciranno accumulare tutti i miliardi che si possono risparmiare,  riducendo le sproporzionate somme che mensilmente vengono elargite a  parlamentari, magistrati, immigrati e banche, potremo disporre miliardi sufficienti per fare giusta integrazioni di pensioni e supporto minimo per i disagiati e tutto il resto. Chiaramente dovrà essere abbandonata la politica assistenziale di intervento nei confronti delle banche, obbligandole ad adottare il prudente criterio di gestione del danaro dei cittadini e non le facili speculazioni in borsa o finanziamento a massoni con addebito ai cittadini per il ripristino. Inoltre, e questo riteniamo possa essere il punto chiave del governo in fieri, l’immigrazione dovrà essere completamente ridisegnata con esclusione di porte aperte, ponti, abbattimento muri e con conseguente esclusione di migranti economici, pregiudicati e vagabondi, con il solo accesso a profughi di guerra non delinquenti, ovviamente. Si, noi riteniamo che il Mattarella, in assoluta priorità, dovrà tenere in conto i voti che hanno condannato l’immigrazione indiscriminata e le voci di povertà,  sofferenza e lavoro. Regolarsi di conseguenza nel dare incarico per la formazione del  governo.Ed è da ritenere che il primo segno,  di democrazia, sarà l’abolizione dei privilegi: auto blu e scorte ( vedi il caso della Boldrini  un itero commissariato la segue!!!!!!, Così come un intero commissariato,con autoambulanza, segue il cariatide Napolitano: disastro dell’Italia di massonica struttura !!!. Anche se “emerito” non è degno di “merito”). E contemporaneamente sarà necessario impedire la prosecuzione di accoglienza indiscriminata, cui dovranno seguire ,con sistematica cadenza, le espulsioni dei clandestini e delinquenti detenuti e non. In altri termini DEVE CESSARE IL SOGNO DI MASSONICA FATTURA E RESTITUITO AL MITTENTE IL DISEGNO CRIMINOSO DI Una INUTILE GLOBALIZZAZIONE. E, ASSIEME AL BERGOGLIO, ABOLITA L’INVASIONE ISLAMICA. DOPO AVREMO IL RIPRISTINO DI TUTTO: L’ITALIA SARA’ LA MODERNA SVIZZERA !!!!!!!

Rita Rita

Annunci