Cerchiamo di ricostruire questa situazione politica che ci vede quasi obbligati  in una scelta elettorale di persone, di idee, di pensiero e di programmi, che sotto certi aspetti hanno, stranamente, un denominatore comune: la scarsa spiegazione dei programmi nella loro attuazione, sostituita dalle aggressioni reciproche di accuse per  comportamenti personali e politici

Innanzitutto escludiamo la voce “ partiti” perché non esiste. Le ideologie politiche non hanno più ragion d’essere, avendo assunto prevalenza la gestione economica dello Stato, intesa questa come fonte prioritaria di promozione d’intese. Infatti, noi dobbiamo ragionare secondo interessi economici conducenti: in tutto il mondo; e ciò che fa leva non sono certamente i sentimenti e le aspirazioni di pensiero a determi nare le scelte comportamentali, ma sono le soddisfazioni economiche. la ricerca affannosa di arricchimento, potere e soddisfazione materiale. Forse è stato sempre così, con la differenza, a modesto avviso di chi scrive, che un tempo tale interesse veniva avvolto e articolato in un manto di sentimento, con intento prioritario ad elevare lo spirito, per poi cogliere l’aspetto materiale. L’espressione concreta di questa evoluzione, che dovremmo definire involuzione, è proprio la globalizzazione: configurata da  necessità di umana considerazione nei confronti di tutti i popoli, che devono essere posti sullo stesso livello in una parità,  assolutamente impossibile, perché frutto di elisione dei valori morali, storici, cultura, civili, ambientali e religiosi. E nel considerare questo fenomeno della globalizzazione ci dobbiamo rendere conto che a sostenerlo è la presunta considerazione di parità umana senza vincoli di valori genetici acquisiti. Il che appare molto ardito come concetto da attuare praticamente. Comunque, a prescindere da questo aspetto che ci potrà vedere impegnati in altra circostanza, Il caso che ci occupa oggi, pur tenendo presente la globalizzazione come finalità specifica di alcuni Stati, è l’aspetto prioritario della elezione dei rappresentanti del governo ITALIA da esaminare.  Come abbiamo detto in premessa i vari rappresentanti dei movimenti politici hanno come finalità comune, oggi che al popolo chiedono  i consensi elettorali, .la progettazione di programmi di gestione. Il governo uscente ha tentato di gettare “tozzi di pane” al popolo affamato , regalando piccoli aumenti alle forze armate e polizia giudiziaria, piccoli emolumenti alle famiglie con reddito scarso e aiuti per il mantenimento dei figli: ma come mai per CINQUE ANNI questi problemi sono stati inesistenti e vengono elargiti oggi ?? Alla vigilia delle votazioni???Mentre gli aumenti sono stati destinati a parlamentari ed equiparati, impiegati delle camere( Un barbiere percepisce oltre 130.000,00 euro l’anno e chi regola le lancette dell’orologio o sposta la sedia al presidente, percepisce oltre diecimila euro al mese?=??!!!! ) e per gli immigrati clandestini che non sono profughi di guerra son stati spesi e si spendono miliardi??????? Sulle dabbenaggini di un partito pilotato da un incapace megalomane è sorto un movimento che si presenta, costruito, solo ed esclusivamente, sulle macerie  di chi ha male governato negli ultimi cinque anni:  non credo però  possa avere  la pretesa di  gestire lo stato stante le gravi pregiudiziali negative,  la carente preparazione, l’instabilità della scelta comportamentale in tutte le posizioni nazionali e internazionali, e nello stesso tempo la grossolana ignoranza di conoscenze che dovrebbero rientrare nella logica e solo in parte nell’esperienza= ovviamente mi riferisco a 5 stelle. Hanno il consenso di  parte della massa di popolo che è stata martoriata dalla incapacità gestionale di un partito portavoce di una volontà di massonica valenza, volta alla realizzazione di due fondamentali interessi: tutela delle banche, agevolazione della globalizzazione con agevolazione delle  mega industrie e attività finanziarie,  (vedi il caso di Gentiloni che recupera nell’arco di 24 ore 20 miliardi per salvare la Montepaschi di Siena eccetera eccetera, Tutto con l’approvazione dell’Europa: senza prendere in considerazione i vari De Benedetti che hanno usato il credito ritenendosi legittimati ad imporre al popolo il ripristino delle somme sottratte ///). E tutto ciò ha sapore di impositività massonica, perché parte da una pretesa dell’alta finanza in una gestione globalizzata della stessa, che si articola poi in quel interscambio preteso con l’imperatività, per certi aspetti ancora da attuare, nei confronti del popolo. In altri termini per dirla in chiave molto trasparente la pretesa oggi del partito democratico non può assolutamente trovare fondamento nella progettazione di un’immagine di sinistra, per il semplice motivo che non hanno nulla di caratterizzante in tal senso, avendo il partito democratico smarrito completamente il contatto diretto con il popolo, ed essendo rimasto per tutto il periodo della gestione, completamente sordo alle sollecitazioni dei lavoratori e di coloro, della classe media, che avrebbero voluto essere ascoltati. Sicché oggi questo partito non ha nessun titolo di credito nei confronti del popolo italiano, se mai ha determinato un accrescimento di debito, ulteriormente aggravato dalla pesante impositività di coesistenza con immigrati, privilegiati nella scelta assistenziale, con assoluto disprezzo nei confronti del popolo italiano: e questa scelta non si riesce ad intendere perché avvenga come comportamento quasi di odio razziale nei confronti degli italiani. Ergo, noi abbiamo un quadro disastroso  della passata gestione, perché le scelte fatte da un governo indirizzato verso la considerazione di quella casta egemone ha lasciato completamente fuori dal contesto sociale la classe media, che costituisce il fulcro e l’essenza di uno Stato: sia sotto l’aspetto economico come sotto l’aspetto sociale. E il  partito, che si presenta in contrasto apparente al PD, oggi movimento politico, “liberi e uguali???? , E’ rappresentato dalla crèm crem sinistra dei politici della vecchia Repubblica, e naturalmente costoro si sono sentiti in dovere di cercare di salvare quel “partito socialista” che era stato ricompattato dopo Craxi con svolta  veramente fondamentale, ma sostanzialmente alcuna variante si riscontra, anche il Grasso, che funge da presidente, ex magistrato è poco più di nulla. Invece il partito democratico che ha portato il disastro  insorto a suo tempo, per voce megalomane di soggetto pilota, in uno spazio temporale  breve, brucia tutte le tappe. E’ un giovane ambizioso di Toscana genesi con l’intento coinvolgente  di fare e strafare, capace di dare fumo e creatività di immagini in una proiezione inconsistente, al punto da riuscire a strappare la gestione del partito e di farsi nominare, al posto di Gianni Letta, presidente del consiglio, con promessa di adempimento dei desiderata di Napolitano. Oggi, dopo le disavventure del 4 dicembre 2016,  con il fallimento  totale della gestione, questo movimento politico, non più “partito socialista”,  è alla ricerca affannosa di nomi e di persone che possano diventare portatori d’acqua per un crescendo e ripristino elettorale, ma  resta senza alcuna possibilità di credito popolare,  catapultato nella distruzione avendo dato privilegio di fatto solo ai magnati dell’economia , holding, mega industrie eccetera eccetera,. Ha gestito lo stato nell’assoluta ignoranza delle necessità del popolo, lasciandolo proseguire nella condizione peggiorativa . Il  megalomane, unitamente ai componenti apicali del partito,  non si è reso conto( d’altronde se lo avesse fatto non sarebbe stato megalomane) che non sono i nomi, più o meno emblematici, a creare il credito elettorale, ma sono le opere che determinano l’approvazione degli elettori. Alla direzione del partito con insistenza si è riproposto, malgrado tentativi pacifisti di “liberi e uguali”, sempre lui, il. Renzi,  tronfio ma incapace di rendersi conto di essere un esecutore di scaduta valenza,  come voluto a suo tempo da Giorgio Napolitano: deus ex macchina dei giochi di corridoio e di scelte che hanno sconvolto  negli ultimi anni il nostro paese, (senza considerare naturalmente i suggerimenti  di Prodi che in combutta col defunto Ciampi, come avrebbero potuto fare degli ignoranti,in veste analoga ai personaggi furbastri di Collodi,  hanno commerciato la nostra lira con svalutazione esagerata assurdamente ritenendo vantaggiosa tale svalutazione per il pagamento del debito pubblico. Ed oggi, con marmoreo aspetto facciale, il Prodi si esprime di fatto ad aduvandum di quella corrente politica che ha disastrato l’Italia. Anche se , a nostro parere , come abbiamo detto, non sono trainanti i nomi ma le opere).  Disastri in aggiunta a disastri. E a tutto il bailem della gestione disgraziata va aggiunto l’aggravio  della pesante entrata in lizza a gamba tesa della fascia massonica dell’alta finanza, come già si è espressa con il Macroin in Francia  (Con la differenza che Macron si è dimostrato interprete e non mero esecutore, apportando le giuste correzioni comportamentali alla pretesa invasione africana dell’Europa).

–  :E’ CHIARA L’INTESA A LIVELLO INTERNAZIONALE OBAMA-CLINTON IN MASSONICA FINALITA’ SCONVOLGENTE. NON E’ SOPITA LA REAZIONE E NON E’ SUBENTRATA LA RASSEGNAZIONE DEGLI OBAMA PER LA ELEZIONE TRUMP E NON HANNO ABBANDONATO LA POSIZIONE DI CONTRASTO.. SE AVESSERO CONQUISTATO LA PRESIDENZA OGGI NOI SAREMMO STATI GIA’ SOSTITUITI DAGLI AFRICANI. CERTAMENTE L’IBRIDO OBAMA VUOLE TRASFORMARE, COMUNQUE, L’EUROPA IN CONTINENTE AFROEUROPEO . CREDO SIA MENTALMENTE TURBATO IN FORMA PARANOICA. NELLA DIABOLICA CRIMINOSA PROGRAMMAZIONE HA COINVOLTO NECESSARIAMENTE LA MERKEL, CON ALTRI CAPI DI STATO, IL ROTSCHILD, SOROS, BERGOGLIO ECC. ECC. IL COINVOLGIMENTO IO PRESUMO ABBIA VARIE SFACCETTATURE, ANCHE PER STIMOLARE GLI INTERESSI IN FORMA POLIEDRICA. INFATTI, A SOSTENERE IN ITALIA L’IMMIGRAZIONE AFRICANA SONO GLI STESSI ( quella che impropriamente si definisce sinistra) CHE SI ADOPERANO PER LE BANCHE E LE MEGA INDUSTRIE. AL BERGOGLIO HANNO FATTO INTENDERE, NEL MONOTEISMO COMUNE ALL’ISLAM, L’ACCOSTAMENTO CATTOLICO, E AL ROTSCHILD LA MANOVALANZA A BASSO COSTO. E DA QUELLO CHE HO AVUTO MODO DI RILEVARE DALL’INTERVISTA AL GRILLO, ANCHE COSTUI SOGNA LA POPOLAZIONE IBRIDA: COME UN GRANDE IMBECILLE E’ CAPACE DI PROGRAMMARE E COLLABORARE PER LA FORMAZIONE DI UN POPOLO NUOVO, IBRIDO !!!!!ESSERE  MISERABILE !!!!.

Quelle sopra riportate può darsi siano delle interpretazioni esagerate di colpevolezza da attribuire ad un soggetto che forse potrebbe avere delle mire diverse, ma a nostro modesto avviso non sono delle illazioni del tutto prive di fondamento; per il semplice motivo che a stimolare gli spostamenti massivi del popolo africano non sono solo le finalità di necessità di sostentamento difficoltoso, perché tali necessità potrebbero essere senz’altro soddisfatte da massivi interventi di strategia economica  e direzionale, senza alcuna necessità di modifica demografica. Presumibilmente “qualcuno” intende ex abrupto dare incentivi del sociale progredito. Questa considerazione potrebbe apparire un’iperbole interpretativa, ma noi non la riteniamo tale perché vi sono molti  particolari indizianti e conducenti in tal senso. Innanzitutto dobbiamo rilevare l’incoraggiamento manifestato da Bergoglio, che spudoratamente ha indirizzato all’inseminazione delle italiane gli africani, per una rinnovazione di popolo in corso di invecchiamento precipitoso !!!!!!. A prescindere da tutto quello che può essere rilevato attorno a questa considerazione che appare astrattezza quasi demenziale, espressa da un papa, ciò che rileva e l’incentivante spinta di un capo della Chiesa. che ha la pretesa di svolgere mansioni di stratega politica, e rendersi creatore di disastri sotto tutti gli aspetti previa presumibile spinta da chi indica un disegno di massivo spostamento di popolazioni, facendo coincidere anche un interesse dettato da accostamenti di religioni, all’ombra di un monoteismo che non può assolutamente coincidere: essendo l’uno progressista, in assonanza alla cultura occidentale, e l’altro retrogrado teocratico, di genesi medievale. Sono concetti questi che sortiscono, come abbiamo accennato, da alcuni particolari. E fra  i tanti può essere  il trattamento riservato a tutta questa orda di popolo  dalla Svezia, dalla Germania, Spagna, Francia e in particolare dall’Italia, in assoluta preferenza di privilegi  economici, inconcepibili nella normalità dell’accoglienza; come anche l’ingiustificato trattamento buonista per i gravi reati che commettono quotidianamente gli immigrati. Con  la sollecitazione del Presidente della repubblica Italiana indirizzato alla “tolleranza”. E non si può non ricordare che migliaia sono i gravi reati  commessi dagli immigrati: Dallo spaccio, allo stupro all’omicidio (Macerata, Milano, Catania Roma ecc.), furti rapine e aggressioni senza motivo. Con disastro dell’ordine pubblico.

In conclusione noi riteniamo sia necessario suggerire all’elettore di votare in modo sensato per il bene dell’Italia, ricordando che l’Italia non è l’Europa ma è una nazione che deve restare a far parte dell’Unione Europea, conservando la propria autonomia, sovranità, condizione sociale, cultura, storia e civiltà. È pertanto è necessario dare il voto a quel gruppo politico che è impersonato da Meloni, Salvini e Berlusconi. Ed è questo l’unico gruppo politico che può aspirare, secondo i sondaggi pre elettorali, a governare l’Italia in modo sensato coerente e corretto senza alcuna sudditanza d’oltre oceano. Il voto va dato anche al fine di ripristinare l’ordine pubblico e l’espulsione di pregiudicati clandestini provenienti da tutti i paesi

Zeta Zeta

Annunci