Se non ci fosse la tragedia della morte, per overdose o per altro, di Pamela Mastropietro; del suo cadavere trovato, fatto a pezzi, in due valigie abbandonate da un soggetto indicato come noto spacciatore di stupefacenti di MACERATA e fermato dopo che nel suo appartamento sono stati ritrovati  vestiti e sangue della vittima. Se non ci fosse stato tutto ciò, si sarebbe potuto considerare come la rappresentazione di una farsa di carnevale la fuga a MACERATA del   ministro dell’interno MINNITI, per presiedere un “comitato per ordine e sicurezza”. Dopo che un ragazzo, Luca Traini, ha perso la testa e per “vendicare Pamela Mastropietro” ha fatto un giro per MACERATA, sparando a soggetti malcapitati e ferendoli prima di consegnarsi volontariamente alla polizia avvolto nel Tricolore.  Farsa alla quale s’è aggiunta immediatamente la  comica “ condanna dell’Ue” con il titolo : “Attacco ai nostri valori fondamentali. Alla base spregevole ideologia xenofoba”. Da BRUXELLES il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans ha parlato di  “Un attacco volontario ai nostri valori fondamentali, un tentativo di distruggere il tessuto che ci lega come europei”. E ha giustificato il suo ridicolo intervento con un ulteriore  “È nostro dovere condannare questa violenza e la spregevole ideologia alla base”, perché   “Sei persone sono state” bersaglio di una sparatoria “in Italia nel weekend a causa del colore della loro pelle. Vittime innocenti di una violenza causata da razzismo e xenofobia odiosi”. Parole ridicole, come la corsa di MINNITI a MACERATA. Da farsa e spettacolo comico diretto e interpretato da chi non aveva e non ha fatto nulla, nell’ambito di precisi doveri istituzionali, sempre ben retribuiti nella loro penosa e incompetente estrinsecazione: Quanto al ministro degli interni italiano:

 A-Consapevole, direttamente o attraverso i propri collaboratori  di come la mafia nigeriana  abbia invaso e gestisca a MACERATA il traffico degli stupefacenti, dopo avere creato, per la bisogna, il supermercato nei giardini pubblici di quella Città; ha

B-Omesso di disporre una immediata, doverosa chiusura di quel “supermercato di stupefacenti” a cielo aperto e l’arresto degli spacciatori, dopo l’assassinio – per overdose o altro – di Pamela MASTROPIETRO;ha

 C-Omesso di disporre, il rimpatrio forzato di quanti si trovano a MACERATA  e dintorni, senza permesso di soggiorno e/o espulsi dall’ITALIA; ha

D-Sparato salve di “antinazifascismo” dopo l’azione folle di Luca TRAINO, senza dare alcuna disposizione che elimini, almeno in futuro, le cause di follie similari; ha

 E-Omesso di disporre, fuori dalla Calabria, l’uso delle misure di prevenzione, nei confronti dei responsabili di spaccio di stupefacenti con cui la mafia nigeriana assedia Città e Cittadini, creando le condizioni di assassinii ulteriori di altre povere Pamela.

Quanto ai naziburocrati di BRUXELLES:

A1-Hanno omesso da sempre di richiamare i loro interlocutori, responsabili della gestione del potere politico in Italia, a rispettare i Diritti dei Cittadini dello stato italiano dell’Unione Europea come fissati nei Trattati, a partire dalla Convenzione Europea dei Diritti e dai Protocolli Addizionali; hanno

 B1-Tollerato e tollerano quotidianamente lo scempio delle Libertà dei Cittadini italiani, con arresti illegali, sistematiche violazioni dei diritti della Difesa nei processi, assicurando la presenza egemone di organi dell’accusa, con arresti ormai intollerabili di Avvocati, Giornalisti, Cittadini comuni, colpevoli di richiedere il rispetto della Libertà e del Lavoro; hanno

 C1-Da sempre omesso di pretendere il rispetto dell’Uguaglianza dei Cittadini italiani dinanzi alla Legge consentendo la gestione di un potere illegale e coloniale nelle Regioni Meridionali della Penisola, con la sistematica violazione dei Diritti sanciti nella Convenzione  Europea e nella stessa Costituzione italiana; hanno

 D1-Consentito la creazione di assi tra stati egemoni quali FRANCIA e GERMANIA come un direttorio che ormai da anni travolge ogni principio di tendere all’Unione politica dell’Europa. Mentre mortificano, fino e con lo strozzinaggio comunitario, i Popoli della Grecia, e della stessa Italia, impedendone ogni autentico sviluppo economico, sociale e umano, addirittura consentendo la destituzione di governi democraticamente eletti con operazioni mafio-politiche-finanziarie e imposizione di “governanti” obbedienti alle decisioni delle mafie politiche e finanziarie portatrici di quelle operazioni e creatrici di miserie, disoccupazioni, emigrazioni forzate, colpi di stato; hanno E1-Mortificato l’Europa, con masochistiche decisioni definibili come tradimenti, nei Valori Fondamentali della Civiltà Cristiana, consentendo ogni infame aggressione di quei Valori senza alcun riguardo all’imposizione criminale di altri che li negano con massacri e assassinii; hanno

F-Omesso ogni richiamo al rispetto delle sentenze della Corte Europea dei Diritti, anche fuori del caso specifico e in applicazione del Principio di Diritto enunciato. Con ciò hanno tollerato e tollerano la detenzione di Cittadini (vedi Marcello Dell’UTRI, dopo la vicenda e la sentenza relativa a Bruno CONTRADA; la perdurante persecuzione del Direttore del DIBATTITONews di REGGIO CALABRIA, dopo la vicenda del Direttore de La Verità, Maurizio Belpietro; la mostruosa perdurante condizione di Cittadini innocenti, per centinaia di anni di ingiusta detenzione, somma che si raggiunge sommando venti, più venti, più dieci, più cinque ecc. anni di ingiusta detenzione); hanno

G-Omesso ogni richiamo al rispetto delle sentenze della Corte Europea che hanno condannato l’ITALIA per avere emesso leggi prevaricanti i diritti dei Cittadini al rispetto dei loro beni e al pagamento di quanto ad essi dovuto favorendo una pubblica amministrazione di analfabeti, grassatori, usurai istituzionali (vedi vicenda DE LUCA contro Italia e casi similari con giudici interni che ridicolizzano il richiamo al rispetto del diritto comunitario invece di applicarlo, ad esempio a Locri, e consentendo la persecuzione di Avvocati fino ad avviare procedimenti, penali e civili, a causa e per l’esercizio della Funzione difensiva. Disapplicando anche la Legge interna nelle previsioni esplicite degli articoli 336, 358, 359 del Codice Penale a tutela degli Avvocati. Nel silenzio pavido degli Ordini Professionali.).

Sono le farse dei buronazisti al potere a ROMA e a BRUXELLES. Che non fanno ridere. Alla prossima

NICOLA SCALI

Annunci