CONVERSAZIONE TELEFONICA FATTA A MEZZO DEL CELLULARE DEL SIGNOR MATTIOLO DA UN POLIZIOTTO DELLA SQUADRA MOBILE, TALE LA B, 15/10/2014

 

M: pronto… LA B: buongiorno la Polizia, il Signor Mattiolo Gioacchino?… .

M: sì….LA B: buongiorno, la Squadra Mobile, per cortesia, stava dormendo?… M: no, sono sveglio! Lei chi è? Polizia chi? Come si chiama lei? Come?… : sono LA B: della Squadra Mobile, LA B: della Squadra Mobile, abbiamo qua una nota, da parte della sezione volanti, di un fatto avvenuto giorno 07/10/2014 stiamo chiedendo informazioni se lei avesse più o meno fatta una denuncia, in quanto c’è arrivata questa delega per noi lavorarci, ho chiamato il commissariato ZISA niente, commissariato ORETO niente…M: la denuncia l’ho fatta dai Carabinieri ce l’ha Procura che già sta facendo indagini…LA B: ah! I Carabinieri, ma i Carabinieri quale stazione? Così prendiamo direttamente là perché a noi c’è arrivata da parte della magistratura di lavorare su questa pratica, però non avendo formalizzazione della denuncia, non potevamo operare… M: pronto, pronto, e chiudo la conversazione poiché insospettito!

 

2- Conversazione telefonica con la Polizia squadra mobile nella persona di La Bua

 

La B: signor Mattiolo? M: sì, era caduta la linea…LA B: si sempre la squadra mobile, allora dove ha fatto la denuncia quale stazione carabinieri? Così poi vediamo di… M: la denuncia l’ho fatto dai carabinieri stazione di Piazza Marina, dove loro dicono che hanno trasmesso il tutto alla Procura, a voi non lo so, comunque a me da voi nessuno mi ha preso a verbale…LA B: sì, doveva fare la denuncia, così ci sarà l’evoluzione…M: sì, perché io avevo chiesto, se dopo aver fatto la denuncia qualcuno mi potesse accompagnare a casa, però ho trovato come una specie di rifiuto di… LA B: di muro… M: sì, di muro devo dire, perché io, per vent’anni ho fatto la guardia giurata sono una persona onesta, non ho precedenti penali…LA B: ma quella sera, dico di sera, la volante non l’ha accompagnata a casa?…M: no, nessuno mi ha accompagnato, io continuo a camminare per strada dove ho persone che mi seguono, io non ho più famiglia, non so più che devo fare, se le Istituzioni sono queste, non lo so, devo avere paura da uscire da casa non capisco…LA B: lei ha riferito tutto ai carabinieri?…M: sì, I’ho già con la squadra mobile ho un precedente, dove mi hanno archiviato il tutto, senza mai capire il motivo, a prescindere che non mi hanno mai fatto raccontare le cose che volevo raccontare…LA B: lei perché non faceva la denuncia direttamente al commissariato che seguiva direttamente tutto, perché così non è….M: non l’ho fatta al commissariato, perché come detto prima ho trovato un muro, quindi non vedo il motivo per la quale mi devo fare interrogare dalle stesse persone…LA B: allora sarà loro come autorità giudiziaria a dare a chi di dovere le attività investigative…M: sì, perché le attività l’ha la polizia giudiziaria della procura, già sono stato convocato da loro io nel mese scorso…LA B: allora ce li hanno i carabinieri procedono loro, lei c’è andato l’indomani dai carabinieri di Piazza Marina?… M: sì…LA B: va bene va bene, adesso chiamo i carabinieri e vediamo a chi è stata inviata la sua denuncia e a chi l’autorità giudiziaria l’ha data…M: io stamane, sono tornato dai carabinieri per sapere, mi hanno risposto che avevano inviato all’autorità giudiziaria poi non si sapeva, se mi doveva chiamare la polizia giudiziaria, procura o voi Quindi voi non mi chiamerete?… LA B: no, non lo so, bisogna vedere a chi è stata inviata la sua denuncia per l’indagine,

comunque va bene, va bene, quindi anche stamane è andato dai carabinieri, qualcuno allora la contatterà sicuramente, non si preoccupi. Arrivederci!

                                                                     N.B.

Nella prima telefonata loro hanno l’incarico di procedere all’indagine. Nella seconda, si smentiscono quanto.

                                                                      ***

Cari lettori e simpatizzanti, credo che soltanto Collodi avrebbe potuto scrivere un’altra favola, molto più divertente, sul signor Pinocchio, è possibile che non fossero a conoscenza che il signor Mattiolo avesse presentato una querela ai Carabinieri? pinocchio avrebbe forse voluto conoscere il contenuto della querela o le loro intenzioni sarebbero state di altra natura? Dr RUPERTI, Lei è il Dirigente della Squadra Mobile, di conseguenza potrà accertare se alle sue dipendenze v’è un poliziotto che si chiami pinocchio . Non credo che il pazzo sia il signor MATTIOLO, dott. Ruperti, si chieda Lei stesso chi soffre di schizofrenia persecutoria.

Continua dagli anni precedenti.

 

Francesco Gangemi

Annunci