L’INFELICE DE FELICE E GLI INGEGNERI

gratteriMolte testate giornalistiche locali fecero sfoggio delle interviste rilasciate “ad muzzum” dall’ex superpoliziotto De Felice, con cui affermava che tutto stesse funzionando alla perfezione nonostante alcuni apicali Sogas nauseati avessero, a suo dire, boicottato l’insediamento abusivo dell’amministratore unico  essendosi rifiutati d’accettare l’assunzione per evitare d’imbrattarsi con la ‘ndrangheta coordinata dall’indagato per scambio di voti Sebi ROMEO. Il calendario segna i giorni 15 e 16 luglio dell’anno corrente. Stultum est dicere: putabam. Cioè i soliti lecchini che sventolavano le orecchie per sentire meglio, da stolti urlavano “CREDEVO”. Invece il 18 luglio, dottor GRATTERI il pluridecorato poliziotto affida la direzione lavori su un intervento tecnico per un importo superiore a cinque milioni di euro agli ingegneri cui rimandiamo al documento che di seguito pubblichiamo. Quali interessi ruotano attorno alla banda SACAL?

Cordialmente con riserva.

Francesco Gangemi

abo

Annunci